img (+39) 0586-68-44-96 - (+39) 389-11-97-255
centrodentaleilponte@gmail.com
img Via Circonvallazione, 37 - 57023 Cecina (Livorno)
  • Follow us:

laser a diodi viareggioLASER TERAPIA laser a diodi

Utilizzare il laser in odontoiatria come alternativa al bisturi ed alla chirurgia tradizionale significa curare i pazienti con tecnologie meno invasive, meno dolorose, spesso più precise e dai risultati migliori.

 

In particolare al centro dentale l’utilizzo del laser a diodi viene impiegato nei seguenti ambiti:

Cure Endontichechirurgia tessuti molli viareggio

Una fase fondamentale di ogni trattamento endodontico è rappresentata dalla detersione. Per avere un ottimo successo clinico è importante ridurre al minimo la contaminazione batterica all’interno del canale e un buon endodontista deve essere in grado di utilizzare tutti i presidi che la moderna tecnologia offre a questo scopo. Poter utilizzare un laser di ultima generazione all’interno del sistema radicolare garantisce una certezza in più in termini di decontaminazione, il laser infatti ha una duplice funzione: un’azione diretta di distruzione delle membrane cellulari batteriche, ed un’azione indiretta che è quella di mobilizzare ed attivare l’ipoclorito di sodio immesso nel canale così da potenziarne l’efficacia.
E’ possibile eseguire le procedure chirurgiche con grande precisione e quasi senza perdite di sangue, per la prevenzione delle infezioni, meno dolore e una guarigione più rapida per il paziente

 

 

  • cure endodontiche

 

 

Trattamenti paradontali (cura della piorrea):

Il laser è in grado di decontaminare in profondità le tasche paradontali, accelerare la guarigione e stimolare la crescita dei tessuti sani. È quindi di supporto a tutte le cure necessarie per il controllo della malattia paradontale. Utilizzato sia dal dentista che dall’igienista dentale è un trattamento del tutto indolore!

Effetti del laser nella cura della piorrea

Quali sono i principali effetti dell’utilizzo del laser in odontoiatria?

  • Effetto battericida, con riduzione della componente batterica della placca eliminando completamente, in associazione alla terapia meccanica alcuni ceppi principali responsabili delle parodontiti (Actinobacillus Actinomycetemcomitans, Bacteroides forsythus, Prevotella intermedia, Porphyromonas gingivalis)
  • Ricolonizzazione batterica più lenta nei siti trattati con il laser rispetto a quelli trattati solo con terapia meccanica. Questo fenomeno sembra essere associato al coagulo che spesso viene a formarsi durante la decontaminazione con il laser, che fornirebbe un sigillo tra la cavità orale e la tasca parodontale
  • Rimozione dell’epitelio sulculare e del tessuto di granulazione senza compromissione del connettivo sottostante con un abbattimento ulteriore della carica batterica e una riduzione significativa della profondità di sondaggio
  • Effetto biostimolante e antiedematoso. Ossia la capacità di indurre nei tessuti irradiati una duplicazione cellulare più rapida senza che si verifichino alterazioni di tipo strutturale e/o funzionale

Altre caratteristiche importanti del laser a diodi includono la sua capacità di decontaminare maggiormente i siti con sondaggi paradontali profondi (maggiori di 5 mm) e gli elementi pluriradicolati, dove è più difficile andare a rimuovere gli agenti eziologici meccanicamente.

 

Sbiancamento professionale

sbiancamento professionale livornoLo sbiancamento con laser è altamente efficace e veloce. Ciò si traduce in minori rischi di sensibilità per il paziente dopo l’applicazione e in un sorriso smagliante.

 

 

  • Trattamento di afte e di herpesimg2

La stomatite aftosa è una patologia molto comune che provoca una o più lesioni ulcerative a livello delle mucose della bocca, solitamente si risolve nell’arco di due settimane ma talvolta può provocare molto dolore. L’utilizzo del laser diodo, che ha una azione antalgica e biostimolante dei tessuti, consente di migliorare il discomfort che accompagna questa condizione clinica e di ridurre drasticamente i tempi di guarigione delle lesioni.

herpesPer quanto riguarda il virus Herpes Simplex, questo causa vescicole dolorose a livello delle labbra definite herpes labiale. Il laser è un trattamento indolore e alternativo all’utilizzo dei farmaci che agisce denaturando il virus in superficie, accelerando la guarigione della ferita. Si utilizza di solito nella fase acuta della patologia, ma viene utilizzato anche in maniera preventiva durante le prime fasi di comparizione dell’herpes.

 

 

  • Trattamento della sensibilità dentinale

Per sensibilità dentinale si intende il dolore percepito consumando bevande o alimenti caldi o freddi, o a volte anche inspirando aria fredda. Può essere causata dalla perdita di tessuto gengivale nella zona del “colletto” e quindi da una gengiva ritirata oppure dalla demineralizzazione dello smalto.

La sensibilità dentale va e viene, ma se ignorata può provocare altri disturbi all’interno della bocca.

I fattori che contribuiscono alla sensibilità dentale sono:
Uno spazzolamento troppo energico o errato (EVITATE SEMPRE SPAZZOLINI A SETOLE DURE), può portare alla perdita di tessuto gengivale.
Il consumo di bevande e alimenti zuccherini e acidi favoriscono lo sviluppo della carie, che può portare a un’ipersensibilità.
Il digrignamento dei denti consuma la superficie dello smalto, esponendo il dente a cambiamenti di temperatura che potrebbero renderlo sensibile.

Una volta capita la causa della sensibilità si è in grado di modificare le cattive abitudine perché questa non peggiori nel tempo. Se però questo non dovesse bastare o la sensibilità è troppo forte si può ricorrere alla terapia laser.

Il laser in questo caso agisce direttamente sulla chiusura dei tubuli dentinali esposti perché non più protetti dallo smalto o dalla gengiva, portando un immediato sollievo al paziente. Con più sedute si è in grado di ridurre in modo permanente la sensibilità.