Tecnologie e

apparecchiature mediche

Soluzioni all’avangurdia

CENTRO DENTALE PALAZZO AL PONTE

Descriviamo alcune delle tecnologie e apparecchiature in dotazione alla nostra struttura sanitaria, che offre servizi di conservativa, endodonzia, ortodonzia, implantologia dentale, parodontologia e igiene dentale. Contattateci per una prima visita gratuita.

Radiografico intra-orale digitale: spesso le patologie dei denti e delle strutture ossee orali possono essere diagnosticate solo grazie ad uno studio radiografico, perché gran parte del dente, della radice e dell’osso circostante non sono visibili ad occhio nudo. Il Centro Dentale Palazzo Al Ponte si avvale di tecnologie di radiografia digitale, permette di visualizzare l’immagine della radiografia sullo schermo del PC e riduce al minimo la diffusione di raggi X.

Radiografico panoramico digitale: è una tipologia di radiografia che consente di valutare, con un unico scatto, l’intera bocca – le arcate dentarie, le ossa mascellari e mandibolari. Serve ad esempio per valutare la quantità di osso presente nel caso di impianti dentali, per la valutazione di manufatti protesi, per conoscere la posizione dei denti del giudizio, ecc. Come Centro Dentale offriamo la possibilità di eseguire la radiografia panoramica direttamente in studio, e di visualizzarla subito sullo schermo del computer

Telecamera e fotocamera intra-orale: il medico dentista e le igieniste dentali possono utilizzare questo tipo di tecnologia per una migliore visualizzazione dello smalto dentale e dei tessuti circostanti, come gengiva e mucose. Anche il paziente ha la possibilità di vedere carie, gengiviti e altri problemi che altrimenti non sarebbero visibili a occhio nudo.

Lampade da sbiancamento: durante una seduta di sbiancamento professionale dello smalto si impiega la lampada a led, che consente di rendere più efficace l’esposizione del dente al principio sbiancante (perossido di idrogeno o carbamide). Utilizziamo soluzioni di sbiancamento professionale che assicurano risultati immediati e duraturi, senza intaccare lo smalto dentale.

Laser terapia: grazie al laser a diodo in odontoiatria si può evitare, in alcuni casi, l’impiego di bisturi e di soluzioni di chirurgia tradizionale, quindi vuol dire proporre cure meno invasive, meno dolorose, sovente più precise, quindi migliori. Il laser viene impiegato nei seguenti ambiti:

  • Cure endontiche: ogni trattamento endodontico vede come fase fondamentale la detersione, visto che è importante ridurre al minimo la contaminazione batterica all’interno del canale. Grazie ad un laser di ultima generazione si può intervenire più efficacemente con la decontaminazione. Grazie al laser si possono eseguire le procedure chirurgiche con maggiore precisione, con meno dolore e con una guarigione più veloce.
  • Trattamenti paradontali (cura della piorrea): il laser riesce a decontaminare in profondità le tasche paradontali, quindi è utilizzato a supporto alle varie cure necessarie per il controllo della malattia paradontale. Il laser ha un effetto battericida, agisce per una ricolonizzazione batterica più lenta, è utile per la rimozione dell’epitelio sulculare e del tessuto di granulazione, ha un effetto biostimolante e antiedematoso.
  • Sbiancamento professionale: lo sbiancamento effettuato con il laser è efficace e veloce, molto più comodo anche per il paziente che in poco tempo ritrova il suo sorriso più bello.
  • Trattamento di afte e di herpes: la stomatite aftosa è una patologia che causa una o più lesioni ulcerative a livello delle mucose della bocca. Grazie all’utilizzo del laser diodo, che ha una azione antalgica e biostimolante dei tessuti, si possono ridurre drasticamente i tempi di guarigione delle lesioni. Per quel che concerne il virus herpes simplex, causa vescicole dolorose a livello delle labbra (herpes labiale). Il laser permette un trattamento indolore che accelera la guarigione della ferita. Può essere impiegato nella fase acuta della patologia, ma viene anche utilizzato come azione preventiva nelle prime fasi di comparizione dell’herpes.
  • Trattamento della sensibilità dentinale: la sensibilità dentinale è il dolore che viene percepito, ad esempio, quando si consumano bevande o alimenti freddi o caldi. La causa può essere la perdita di tessuto gengivale nella zona del “colletto”, una gengiva ritirata o la demineralizzazione dello smalto. Le cause della sensibilità dentale possono essere diverse (può essere causata o favorita da uno spazzolamento troppo energico o errato, dal consumo di bevande e alimenti zuccherini e acidi, dal digrignamento dei denti che consuma la superficie dello smalto), e bisogna agire per modificare le cattive abitudine. Quando la sensibilità è troppo forte si può intervenire con la terapia laser, che agisce sulla chiusura dei tubuli dentinali esposti (poiché non più protetti dallo smalto o dalla gengiva), procurando rapido sollievo al paziente.

Sterilizzazione: la nostra struttura dentistica segue un protocollo di sterilizzazione internazionale a norma di legge in più fasi, per garantire la massima sicurezza. Prevede quanto segue: immersione strumentario in soluzioni disinfettanti specifiche, e in ultrasuoni; risciacquo e asciugatura; posizionamento degli strumenti in buste auto-sigillanti; classificazione temporale delle buste; sterilizzazione a caldo in autoclave di classe B; tutti i kit di strumenti utilizzati riportano l’adesivo di sterilizzazione, applicato sulla cartelle paziente.